FuniGiglio
per 'la missione della propria vita' che
Angelo Funiciello vuole ben compiere
con Amore verso Tutti per
liberare Ognuno dal Dominio Infame
contro le potenti mafie sommerse, in tutta Italia,
mafie che includono la "borghesia mafiosa"
denunciata dal Sen. Giuseppe Pisanu già nel 2009

FuniGiglio - Risveglio Etico Sociale


 

Il blog di FuniGiglio

Solo schegge, ecco la riprova

Della corposa intervista che mi è stata recentemente rivolta, trasmessa durante la trasmissione Buongiorno Regione su Rai 3 Lombardia del 2 maggio scorso, solo qualche frase è stata diffusa, con la conseguente conferma di parte del problema che continuo a denunciare, di cui l'omertà generale costituisce appunto parte molto importante.

Alcuni giorni or sono, una ben organizzata equipe di Rai 3, che ringrazio vivamente, ha dedicato tempo e validità professionale nel concretizzare un'ampia intervista nei miei confronti, quale medio imprenditore del Nord Italia completamente annientato, con le sue due aziende, dal 'sistema generale' in cui stiamo tutti vivendo,...anzi morendo!

Come è mio solito, nell'intervista mi sono ampiamente espresso senza esitazioni o riserve, precisando le esperienze vissute da protagonista per decine di anni nel mondo imprenditoriale del Nord Italia. Come al solito, cioè come si può vedere nel mio sito/blog www.funigiglio.net.

Ho quindi affermato che il continuo e crescente riciclaggio delle mafie nelle attività imprenditoriali, prevalentemente nel Centro Nord, ha portato ad una situazione di assoluta e totale mancanza di libera concorrenza. Con riferimento ai dati ufficiali di riciclaggio mafioso, per ogni anno, negli ultimi tre anni, di 130 miliardi di Euro, di 140 miliardi di Euro, di 150 miliardi di Euro!

La mancanza di libera concorrenza e la sempre più attiva aggressione di estorsione dell'intera azienda da parte delle mafie sommerse, portando alla tragica situazione che in ogni settore, in ogni campo, qualsiasi media o piccola azienda è in serissimo rischio mafioso o è già in collusione con dette mafie sommerse, in modo più o meno completo. A parte le innumerevoli aziende che continuano sempre più a concludersi in fallimenti, di cui molti rientrano nella strategia della stessa azienda mafiosa.

Per consolidare la mia credibilità e stimolare a dedicarmi attenzione, mi sembra qui importante far notare che vecchie affermazioni del sottoscritto sui problemi delle mafie e delle corruzioni sono chiaramente confermate dalla realtà dei giorni che stiamo vivendo. Mi riferisco a quanto ho affermato nel marzo del 2007, che inevitabilmente sarebbe scoppiata un'altra tangentopoli –  Vedasi nel sito funigiglio, all'inizio di pag.2 della LETTERA APERTA ALLE TRE ISTITUZIONI 2007: ...la imminente inevitabile "Tangentopoli” diventerà oltremodo traumatica.

Nella gravissima situazione in cui attualmente ci troviamo di completa mancanza di Giustizia, di corruzione e di largo inserimento delle mafie nelle Istituzioni, è estremamente importante, se vogliamo operare per un risanamento, per la nostra stessa Civiltà, almeno parlare, dibattere e sviscerare queste gravissime problematiche; anziché averne paura ed ignorarle totalmente!

Come si può pensare di risolvere i problemi, in primis il problema della crescita economica, se non si ha il coraggio nemmeno di dar voce, di divulgare e di dibattere su quanto testimoniano i più importanti protagonisti, gli imprenditori vittime delle mafie?

Anche l'omertà generale è responsabile dei gesti disperati di tanti imprenditori, come ad esempio quello avvenuto ieri all'Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia!

Gesti disperati, anche da suicidio, che purtroppo diverranno sempre più numerosi se non si riuscirà almeno a por fine all'omertà generale!

L'imprenditore disperato si sente tale anche proprio perché ha la percezione che l'opinione pubblica, le Istituzioni, i Partiti, i Sindacati, le Associazioni di categoria, che tutti, non parlando della vera realtà tragica che stiamo vivendo, siano veramente impossibilitati a risolvere i problemi e quindi a dare speranze di futuro e di vita.

Fortunatamente qualche imprenditore, come il sottoscritto, ha sviluppato e mutato la disperazione in fortissima determinazione di lotta per il Bene di tutti! Contro il marcio e per la nostra Civiltà!

Nell'ambito di questa lotta è importante anche fare notare che riguardo alle problematiche delle numerosissime aziende che chiudono e falliscono, nessuno parla e considera quello che avviene nei Settori Fallimentari dei Tribunali, nemmeno in occasione e riferimento alla Sentenza in data 22 novembre 2011 del Tribunale di Genova, in cui viene condannato a 15 anni il Giudice Fallimentare Sebastiano Puliga, del Tribunale di Firenze, con altri 36 complici, in un presunto comitato d'affari, tra avvocati, ingegneri, commercialisti e architetti, con pene da 3 anni e 2 mesi a 9 anni e 9 mesi.

Nessuno parla e considera o si chiede le ragioni delle numerose esecuzioni immobiliari con ripetute aste che vanno deserte e poi sono concluse dal solito noto grosso immobiliarista; così come possano non incontrare alcuna difficoltà le banche nella loro azione anatocistica, molto spesso usuraria, che sfocia nelle dette esecuzioni immobiliari, a danno e sterminio degli imprenditori onesti.

Banche, che pur consapevoli delle gravi illegalità, anche penali, del proprio operato verso i propri affezionati clienti, anche pluridecennali, non hanno esitato a compiere per la durata di anni le dette esecuzioni immobiliari, su decreti ingiuntivi infondati e rimasti magari non opposti a causa della complicità con le banche stesse dei legali infedeli dei clienti imprenditori, vittime totali.

Banche che non hanno esitato a fornire ai propri affezionati clienti pluridecennali trattamenti di atroce martirio per lunghi anni e di morte!!!

Con tutti che vedono e nessuno che dice niente !!!



Clicca sull'immagine sotto per vedere il video sul sito di Rai3 (il mio intervento è al minuto 18).



 Scritto il 4/5/2012 alle 17:29 | commenta (6)

SAVIANO: FINALMENTE SI PARLA DI MAFIA DEL NORD

Roberto Saviano replica alle parole del ministro Cancellieri sul radicamento della mafia al Nord. Rievocando il polverone che scatenarono le sue parole a ''Vieni via con me'', l'autore di Gomorra considera le affermazioni del responsabile del Viminale ''Un ottimo inizio'' sperando in una riforma della lotta a Cosa Nostra che colpisca ''soprattutto i capitali mafiosi'' più che i boss.

L'intervista di Andrea Lucatello per Radio Capital



Per approfondimenti leggi l'articolo su Repubblica.it

Sono veramente entusiasta per come si è espresso Roberto Saviano, precisando e spiegando l'essenza della mafia del Nord; in modo molto migliore di quanto avessi fatto io.
Mi viene ora spontaneo aggiungere, quale protagonista, medio imprenditore lombardo vittima di tale mafia, quanto l'esperienza di vita diretta, più volte ripetuta, mi ha chiarito con sicurezza.
L'omertà di cui si sta parlando, che evidentemente è anche grave favoreggiamento o collusione, si verifica da diversi anni anche da parte delle Istitizioni, dei Partiti, dei Sindacati, dei Professionisti nei pricipali settori: legale, amministrativo, finanziario. Nonché da parte dei mezzi di Informazione e di Dibattito Pubblico.

Angelo Funiciello


 Scritto il 29/2/2012 alle 13:08 | commenta (1)

PINO ZARRILLI alla CERIMONIA DI APERTURA ANNO GIUDIZIARIO

E' molto importante fare tesoro delle parole espresse da Pino Zarrilli, rappresentante del 'Comitato Spontaneo Cittadini Contro la Malagiustizia'.


Mi complimento con Zarrilli e con Luigi Iovino per il video, particolarmente illustrativo ed interessante.
Le parole di Pino Zarrilli sono preziose perchè rispecchiano bene questa inaccettabile tragica realtà in cui stiamo vivendo, che viene completamente ignorata o distorta, volutamente, dai mezzi d'informazione; per cui siamo tutti manovrati come marionette.
Quindi dico di fare tesoro di tali parole, precisando ora: non nel senso di tenerle chiuse in uno scrigno, ma anzi al contrario diffonderle in modo massiccio, il più possibile, per superare l'inganno che tutti ricevono dai media.
Se la consapevolezza della vera assurda realtà criminale in cui viviamo si diffondesse abbondantemente, forse qualche criminale in colletto bianco, anche funzionario nelle Istituzioni, potrebbe essere portato ad avere dei rimorsi di coscienza e potrebbe quindi attivarsi per il Bene di tutti, per l'etica e per riparare agli enormi danni da lui stesso arrecati.

 Scritto il 31/1/2012 alle 17:29 | commenta (5)

TRUFFA CONTINUATA E TRADIMENTO DA PARTE DELLO STATO

Le cose sono sempre più chiare e sono confermate dai recenti fatti di cronaca, per mari e per Monti.

Ogni Cittadino di ogni Paese Civile sente e pensa di vivere in una Società fondamentalmente etica e di essere sostanzialmente protetto dalle ingiustizie e dagli attacchi dei malvagi e dei criminali.

I Cittadini Italiani stanno subendo, da molti anni e sempre più, una enorme atroce truffa, che ha la sua essenza  profonda nell'etica ed arriva quindi a compromettere seriamente la stessa Civiltà degli Italiani di oggi.

Le massicce conseguenze di tale atroce truffa continuata si estendono pesantemente anche in ambiti aventi aspetti anche materiali, quali quello finanziario e quello del lavoro, con ripercussioni addirittura sulle possibilità di sussistenza dei Cittadini stessi.

Senza Giustizia non possono esistere sana attività economica e sana crescita, con normali posti di lavoro.

Da quanto qui avanti esplicitato, risulta chiara la gravissima situazione creata dalla mancanza della Giustizia; che costituisce atroce truffa continuata, di responsabilità dello Stato, ed anche un atroce tradimento continuato da parte dello Stato verso i Cittadini.

Si è anche arrivati all'assurdità che si sconvolge totalmente il Paese con le 'liberalizzazioni', al fine di favorire la libera concorrenza, e non si considera assolutamente, non parlandone nemmeno, il maggior nemico della libera concorrenza, che evidentemente è costituito dall'enorme riciclaggio praticato dalle mafie, particolarmente al Centro-Nord del Paese!!

Nella realtà complessiva ci troviamo in un profondo baratro, tanto più grave in quanto cominciamo a rendercene conto solo ora, con limitate  reazioni dirette di pochi Cittadini e con il silenzio assoluto da parte di tutte le Istituzioni, del Governo, dei Partiti politici, delle Confederazioni ed Associazioni di categoria, dei Sindacati, nonché dei mezzi d'informazione!

La detta atroce truffa continuata ed il detto atroce tradimento continuato sono prodotti dall'assurdo tipo di funzionamento del sistema giuridico italiano , costituito dalle Istituzioni della Giustizia e dai  Professionisti  coinvolti.

Infatti tale tipo di funzionamento ha portato ad una effettiva gravissima mancanza di Giustizia !

Tipo di funzionamento che, già da diversi anni, permette in tutta Italia:

- lo sviluppo di una "organizzazione criminale integrata nella società"

- lo sviluppo della mafia dei colletti bianchi

- lo sviluppo di molteplici gravi illegalità, corruzioni e criminalità nelle attività economiche e nelle Istituzioni con una "vasta complicità delle professioni, banchieri, notai, avvocati, commercialisti, amministratori locali e anche esponenti politici"

- l'attuazione da parte delle mafie, prevalentemente nel Centro-Nord, del "riciclaggio di 140 miliardi di Euro, pari a 10 finanziarie, nell'anno 2010"e di "130 miliardi nel 2009" nonché di "150  miliardi  nel  2011"

- lo sviluppo di un sistema sociale mafioso, ormai profondamente radicato

- la eliminazione della libera concorrenza , conseguente a tali giganteschi riciclaggi mafiosi

- la impossibilità di normale libera imprenditorìa, per l'esposizione ai pesanti attacchi delle mafie sommerse, molto poco contrastate, e per l'assenza di libera concorrenza

- la impossibilità di crescita economica non mafiosa, cioè il disastro completo del Paese, non certo evitato dalle 'liberalizzazioni', che anzi possono favorire lo sviluppo delle attività imprenditoriali delle mafie

- la effettiva facilitazione per le banche che vogliano praticare l'anatocismo e l'usura, e la protezione più efficace per quelle che già lo hanno fatto

- la produzione per numerosissimi Cittadini di anni di MARTIRIO e MORTE; fatti di cui il sottoscritto è protagonista e testimone

- la sistematica offesa dei DIRITTI DELL'UOMO.

Le parole tra virgolette sono parole testuali del Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Senatore Giuseppe Pisanu, riportate nei contesti specifici trattati nel sito/blog www.funigiglio.net, della iniziativa culturale:  FuniGiglio - insieme, con consapevolezza, per il Risveglio Etico Sociale, contro le mafie sommerse dilaganti. In cui vi sono anche ampie documentazioni e testimonianze di quanto qui esposto.

Purtroppo risulta chiaro che le condizioni attuali dell'Italia sono largamente peggiori rispetto a quanto viene espresso ufficialmente dai mezzi di informazione e nei dibattiti televisivi !

La GIUSTIZIA è uno dei VALORI fondamentali di uno STATO come vorremmo fosse l'ITALIA !

Tutti ormai sono consapevoli della mancanza della Giustizia, ma nessuno fa niente, limitandosi a dire che si deve fare la riforma della Giustizia; mentre è necessario fare ben altro !! Subito !!

L'unica salvezza possibile è riposta nell'azione diretta che concretamente vorremo esplicare noi Cittadini Italiani, dopo aver preso consapevolezza dell'effetto di anni di trionfo dell'Ingiustizia, della Criminalità e delle Mafie in tutta Italia !!

UN  PAESE  SENZA  GIUSTIZIA  NON  E'  UN  PAESE  CIVILE  !!! 

UMANAMENTE  NEMMENO  VIVIBILE !!!

 Scritto il 20/1/2012 alle 17:38 | commenta

Saviano: "Contro le mafie il metodo Falcone"

L'intervista di Roberto Saviano è molto preziosa e rispecchia la dura realtà che stiamo vivendo e che la storia delle mie aziende, estorte da queste mafie, in Lombardia, testimonia ampiamente!

Ing. Angelo Funiciello



 Scritto il 1/12/2011 alle 16:04 | commenta
  Ultimi post
Petizione contro il riciclaggio mafioso
Scritto il 8/10/2014 alle 14:56
La ‘peste’ per il LAVORO , ignorata da tutti !
Scritto il 27/1/2014 alle 13:17
UNICA POSSIBILITÀ: la VERA GIUSTIZIA
Scritto il 21/1/2013 alle 12:48
"MAFIA DI APPARTENENZA" A BERGAMO.
Scritto il 18/10/2012 alle 12:31
DETERMINANTI CONFERME DEL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA
Scritto il 30/5/2012 alle 15:52
Solo schegge, ecco la riprova
Scritto il 4/5/2012 alle 17:29
SAVIANO: FINALMENTE SI PARLA DI MAFIA DEL NORD
Scritto il 29/2/2012 alle 13:08
TRUFFA CONTINUATA E TRADIMENTO DA PARTE DELLO STATO
Scritto il 20/1/2012 alle 17:38
Saviano: "Contro le mafie il metodo Falcone"
Scritto il 1/12/2011 alle 16:04
DIVERSI TIPI DI CRESCITA ECONOMICA
Scritto il 7/10/2011 alle 15:44
PER LA CRESCITA
Scritto il 22/9/2011 alle 11:51
ITALIA, CORRUZIONE IN CRESCITA NELLA PA
Scritto il 21/9/2011 alle 11:36
STRAORDINARIA NOTTE
Scritto il 18/5/2011 alle 11:45
PROBLEMI IMPELLENTI ESIGONO RIMEDI IMMEDIATI !
Scritto il 19/4/2011 alle 09:47
PRECARIETA’ DEL LAVORO E DELLE AZIENDE
Scritto il 11/4/2011 alle 14:34
Disputa Vendola - Formigoni
Scritto il 29/3/2011 alle 12:17
LE MAFIE STANNO SALVANDO L’ITALIA !!!
Scritto il 23/2/2011 alle 13:11
VALIDI INDIZI E SOSPETTI
Scritto il 14/2/2011 alle 14:26
I TERMINI DEL PROBLEMA FONDAMENTALE
Scritto il 13/1/2011 alle 17:46
CONTRADDITTORIO MINISTRO MARONI
Scritto il 3/12/2010 alle 10:31
IL MERITO A ROBERTO SAVIANO
Scritto il 22/11/2010 alle 09:51
IL SILENZIO PARLA
Scritto il 16/11/2010 alle 17:39
PARALISI CON SUPERATTIVITA’
Scritto il 12/11/2010 alle 12:57
LETTERA APERTA alla PRESIDENTE EMMA MARCEGAGLIA
Scritto il 4/11/2010 alle 14:37
SVILUPPO DI COMMENTO SU BLOG DI SONIA ALFANO
Scritto il 2/11/2010 alle 16:51
PAROLE SANTE ! GIGANTESCO PROBLEMA !!
Scritto il 11/10/2010 alle 15:09
Commento a "Caro Granata, ora i fatti"
Scritto il 27/9/2010 alle 10:39
Mafie e successi infami
Scritto il 20/9/2010 alle 12:55
MAFIE , VOTI , LAVAGGI E MOVIMENTI
Scritto il 23/8/2010 alle 11:50
RISPOSTA COMMISSIONE EUROPEA
Scritto il 23/8/2010 alle 11:47
Lavoratori di tutta Italia: contro la mafia!
Scritto il 7/6/2010 alle 18:09
  Ultimi commenti
Alberto
1/9/2015 alle 17:10
franco
5/3/2015 alle 08:40
Johnny
24/7/2014 alle 12:27
Angelo Funiciello
29/4/2014 alle 16:35
angy
26/4/2014 alle 04:57
Pierfranco Mazzolari
27/1/2014 alle 13:43
giovanni pàncari
10/5/2012 alle 00:13
giovanni pàncari
9/5/2012 alle 22:59
giovanni pàncari
9/5/2012 alle 20:19
Angelo Funiciello
8/5/2012 alle 16:25
1  2  4  5  6  7  8  9  10  11 
Copyright FuniGiglio 2009 Cookie policy