FuniGiglio
per 'la missione della propria vita' che
Angelo Funiciello vuole ben compiere
con Amore verso Tutti per
liberare Ognuno dal Dominio Infame
contro le potenti mafie sommerse, in tutta Italia,
mafie che includono la "borghesia mafiosa"
denunciata dal Sen. Giuseppe Pisanu già nel 2009

FuniGiglio - Risveglio Etico Sociale


 

Il blog di FuniGiglio

Scrivi il tuo commento riguardo a FuniGiglio


 Scritto il 25/11/2013 alle 17:00 | commenta

UNICA POSSIBILITÀ: la VERA GIUSTIZIA

Questa povera Italia è attualmente sopraffatta da una miriade di gravissimi problemi, in tutti i settori ed a tutti i livelli; con estremo danno e forte dolore per i Cittadini onesti. Questa situazione si protrae e si sviluppa sempre più da diversi anni; al punto che ormai si rende evidente che il problema primario fondamentale è la completa mancanza di vera Giustizia in tutto il Paese.

La mancanza di vera Giustizia ha permesso lo sviluppo dell’illegalità generale e delle mafie occulte, sommerse, dei colletti bianchi; che tutto controllano, a tutti i livelli, anche nelle Istituzioni.

La Giustizia in Italia è impedita non solo dalla lentezza attribuibile alla burocrazia, ma anche dalle possibili interpretazioni di norme che permettono, a chi poco lealmente lo voglia, di allungare enormemente i tempi dei procedimenti, civili e penali. Norme che permettono ai criminali ed ai loro complici di rendere inefficace la Giustizia stessa, allungando i tempi al punto di produrre lungo martirio, malattie e morte ai Cittadini onesti, nel lunghissimo decorso dei procedimenti giuridici.

Cittadini onesti, che subiscono così un ignobile tradimento da parte dello Stato, che invece ha il dovere di tutelarli dalle aggressioni e dai danni loro arrecati dai criminali, anche se questi portano il ‘colletto bianco’.Dico questo anche per esperienza personale diretta, vissuta e subita nei Tribunali e nelle Procure. Ma per il cittadino onesto le difficoltà iniziano addirittura ancor prima, nel riuscire a trovare un legale difensore onesto, che se la senta di intraprendere l’ardua impresa di avanzare denunce od opposizioni nel ‘sistema generale mafioso’, che si estende concretamente anche nelle strutture che dovrebbero ostacolarlo e reprimerlo.

Penso che tutti siano d’accordo: un Paese senza Giustizia non è un Paese Civile!

Ma tutti i grandi intellettuali e gli attuali grandi partiti politici non rilevano l’incivile situazione, assurda per l’Italia, guardandosi bene dal parlarne concretamente per affrontare e risolvere il problema di vitale importanza.
Gli unici che parlano di Giustizia e che ne reclamano vigorosamente la riforma sono quelli interessati ad una riforma perché, sostengono, ingiustamente perseguitati; mentre non considerano le mafie sommerse e l’illegalità generalizzata; evidenziando che una tale riforma sarebbe in senso contrario a quello necessario per raggiungere la vera Giustizia.

Arrivati a questo livello di gravità, è evidente che non si potrà risolvere nessuno degli enormi gravissimi problemi dell’Italia, in primis quelli del Lavoro e dell’Economia, se prima non si risolve quello della Giustizia e della mafia generale, che controlla tutto, anche Istituzioni e Politica.
E’ veramente una questione di priorità!Con il marcio imperante non si può sanare nulla!!

E’ urgente che i Cittadini Italiani prendano buona consapevolezza della vera situazione in cui si trovano. Allo scopo possono trarre ampie documentazioni, connessioni e deduzioni dal sito/blog www.funigiglio.net.

Siamo in una situazione di vera inciviltà e di completo disastro, che costringe le persone oneste e con giusta dignità a muoversi per capovolgere tutto. Ma dobbiamo essere in tanti e coesi concretamente negli elementi fondamentali della nostra azione. Non possiamo più disinteressarci del problema fondamentale nostro e dei nostri figli! Non possiamo più perdere tempo!!

Angelo Funiciello


 Scritto il 21/1/2013 alle 12:48 | commenta (3)

SPONTANEITA' DI UN AUTOREVOLE MAGISTRATO DI VENEZIA

Nell'attuale situazione di gravissima crisi dell'economia reale in cui fatichiamo a vivere, con crescente regressione economica e produttiva, assumono sempre maggiore e concreta importanza le espressioni chiare, semplici e decise del Dott. Roberto Terzo, della Direzione Distrettuale Antimafia di Venezia.





Espressioni che in sostanza stimolano ad un 'cambio di passo' per 'attivare la ripulitura di questa economia malata, in questo sistema perverso'. Esse hanno concreta grande importanza perché viene naturale pensare che tutti i Magistrati che veramente vogliano impegnarsi per la Giustizia e per il Bene dei Cittadini siano portati a considerarle seriamente ed a metterle in atto; o, in caso contrario, a sviscerarne le problematiche, anche documentandosi presso imprenditori vittime di questo grande meccanismo mafioso dei colletti bianchi, specialmente con quelli che si offrono allo scopo, come il sottoscritto.


Angelo Funiciello

 Scritto il 22/10/2012 alle 09:19 | commenta

"MAFIA DI APPARTENENZA" A BERGAMO.

Nella trasmissione "Ballarò" del 16 ottobre 2012 il 'competente' Leoluca Orlando precisa ancor meglio di noi la situazione di cultura mafiosa al Nord.






Questa è un'ulteriore ed autorevole conferma dell'esistenza di questo cancro al Nord Italia, che tutto condiziona, inquina e distrugge.



Angelo Funiciello

 Scritto il 18/10/2012 alle 12:31 | commenta

DETERMINANTI CONFERME DEL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

Nella trasmissione de La7 ‘OTTO E MEZZO’, condotta da Lilli Gruber, il 24 maggio 2012, dal titolo ‘BOMBE E CORRUZIONE’ , il Ministro della Giustizia Paola Severino, poco dopo i primi 9 minuti di intervista, rispondendo ad una domanda di Lilli Gruber, ha pronunciato queste testuali parole, che confermano quanto denunciato da innumerevoli Cittadini e che determinano una importante svolta:

Clicca sull'immagine sotto per vedere il video sul sito di La7 (l'intervento inizia intorno al minuto 9).





La mafia ha cambiato; la metodologia, ha cambiato strategia.

La mafia è molto più sotterranea; non compie quegli attentati terribili che compiva anni fa. Però sta conquistando territori nuovi, sta conquistando i territori del Nord, per esempio. E’ una mafia estremamente accorta nel rimanere sotterranea e nel conquistare imprese, settori dell’economia. Ormai è completamente ripulita rispetto ai reati di origine e dunque è una mafia estremamente più pericolosa, proprio perché non individuabile immediatamente.

Queste dichiarazioni pubbliche da parte del Ministro della Giustizia, sono estremamente importanti ed indicano che stanno cambiando anche necessariamente le modalità richieste nella lotta alle mafie. Ora la consapevolezza dichiarata di questa mafia sommersa nei territori del Nord, estremamente più pericolosa proprio perché accuratamente tenuta occulta, sotterranea, porta immediatamente in evidenza il necessario verificarsi di una svolta nell’operatività concreta della lotta a queste mafie.

Scaturisce evidente la necessità innanzi tutto di contrastare e superare la mafia proprio nel suo primario intento di mantenersi sotterranea, occulta.


Quindi la necessità, per gli Organi preposti a questa difficilissima lotta, di prendere conoscenza e consapevolezza, il più possibile, di come opera questa mafia nel compiere le conquiste, le estorsioni delle imprese e di interi settori dell’economia, in particolare nei territori del Nord.


Allo scopo gli Organi competenti possono, anzi dovrebbero, sfruttare al massimo le testimonianze degli imprenditori che hanno subito le aggressioni di questa mafia sotterranea; tanto più con quelli che si offrono spontaneamente di farlo, come il sottoscritto Angelo Funiciello, che oltretutto ha già da anni avanzato le sue Denunce a due Procure, una con richiesta di invio all’Antimafia, personalmente al Dr. Piero Grasso, rimaste finora inascoltate e senza il minimo riscontro, oltre che senza alcun esito, visionabili nel sito www.funigiglio.net per il Risveglio Etico Sociale , contro le strapotenti mafie sommerse.


Sono evidenti, da tempo ma ora ancor più, elementi che indicano che prendere conoscenza, da parte degli Organi preposti, dei vari aspetti di questa mafia sommersa è molto difficile perché la stessa mafia ha già fatto grandi conquiste nei settori più importanti; oltre che in quello Economico ed Imprenditoriale, nei settori: Politico, Istituzionale, Bancario, dei Professionisti, delle Associazioni di categoria, dei Sindacati, dell’Informazione.

La mafia viene così molto favorita, da importanti ‘cellule’ed elementi dei vari settori, nel suo intento di mantenersi sotterranea e quindi nel potersi sviluppare e radicare indisturbata sempre più.


Ai Cittadini benpensanti viene naturale ritenere che in particolare i mezzi di Informazione ed i vari Programmi televisivi di dibattito, con il loro silenzio riguardo a questo tipo di mafia “estremamente più pericolosa”, sostanzialmente siano responsabili del reato di favoreggiamento della mafia! Ossia di concorso esterno in associazione mafiosa!

“La forza della mafia è fuori dalle mafie”! Lo sostiene anche Don Ciotti.

Sarà bene che i Giornalisti se ne rendano conto! E provvedano professionalmente al più presto!

Dopo che il Ministro della Giustizia si è così chiaramente espresso, ora l’azione professionale dei Giornalisti non dovrebbe avere più alcuna remora!


Remora ancora evidenziata dal fatto che queste stesse fondamentali ed epocali parole del Ministro della Giustizia non hanno avuto assolutamente la minima eco! Come se avessero espresso concetti di nessuna importanza!

Ma, data la estrema gravità penale dei fatti, più che di remora si tratta di omertà.

Evidentemente l’omertà generale è sviluppatissima!


Chi pratica questa omertà è corresponsabile di innumerevoli casi di atroce martirio e di morte!


Infatti già da molti anni, e sempre più, gli Imprenditori onesti che, aggrediti dalla mafia, rifiutano la collusione con la mafia stessa, devono miseramente soccombere, chiudere l’attività, sopportare lunghissimo atroce martirio, ammalarsi gravemente e morirne!

Quando non, più brevemente, suicidarsi!


La lotta contro questa “estremamente più pericolosa” mafia sommersa è estremamente difficile ed io spero che venga rapidamente accolta la mia offerta di collaborazione, quale medio imprenditore lombardo, protagonista nel ‘fenomeno’dal 1968 e vittima totale, per ‘miracolo’ non ancora morto.


Angelo Funiciello


 Scritto il 30/5/2012 alle 15:52 | commenta
  Ultimi post
Petizione contro il riciclaggio mafioso
Scritto il 8/10/2014 alle 14:56
La ‘peste’ per il LAVORO , ignorata da tutti !
Scritto il 27/1/2014 alle 13:17
UNICA POSSIBILITÀ: la VERA GIUSTIZIA
Scritto il 21/1/2013 alle 12:48
"MAFIA DI APPARTENENZA" A BERGAMO.
Scritto il 18/10/2012 alle 12:31
DETERMINANTI CONFERME DEL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA
Scritto il 30/5/2012 alle 15:52
Solo schegge, ecco la riprova
Scritto il 4/5/2012 alle 17:29
SAVIANO: FINALMENTE SI PARLA DI MAFIA DEL NORD
Scritto il 29/2/2012 alle 13:08
TRUFFA CONTINUATA E TRADIMENTO DA PARTE DELLO STATO
Scritto il 20/1/2012 alle 17:38
Saviano: "Contro le mafie il metodo Falcone"
Scritto il 1/12/2011 alle 16:04
DIVERSI TIPI DI CRESCITA ECONOMICA
Scritto il 7/10/2011 alle 15:44
PER LA CRESCITA
Scritto il 22/9/2011 alle 11:51
ITALIA, CORRUZIONE IN CRESCITA NELLA PA
Scritto il 21/9/2011 alle 11:36
STRAORDINARIA NOTTE
Scritto il 18/5/2011 alle 11:45
PROBLEMI IMPELLENTI ESIGONO RIMEDI IMMEDIATI !
Scritto il 19/4/2011 alle 09:47
PRECARIETA’ DEL LAVORO E DELLE AZIENDE
Scritto il 11/4/2011 alle 14:34
Disputa Vendola - Formigoni
Scritto il 29/3/2011 alle 12:17
LE MAFIE STANNO SALVANDO L’ITALIA !!!
Scritto il 23/2/2011 alle 13:11
VALIDI INDIZI E SOSPETTI
Scritto il 14/2/2011 alle 14:26
I TERMINI DEL PROBLEMA FONDAMENTALE
Scritto il 13/1/2011 alle 17:46
CONTRADDITTORIO MINISTRO MARONI
Scritto il 3/12/2010 alle 10:31
IL MERITO A ROBERTO SAVIANO
Scritto il 22/11/2010 alle 09:51
IL SILENZIO PARLA
Scritto il 16/11/2010 alle 17:39
PARALISI CON SUPERATTIVITA’
Scritto il 12/11/2010 alle 12:57
LETTERA APERTA alla PRESIDENTE EMMA MARCEGAGLIA
Scritto il 4/11/2010 alle 14:37
SVILUPPO DI COMMENTO SU BLOG DI SONIA ALFANO
Scritto il 2/11/2010 alle 16:51
PAROLE SANTE ! GIGANTESCO PROBLEMA !!
Scritto il 11/10/2010 alle 15:09
Commento a "Caro Granata, ora i fatti"
Scritto il 27/9/2010 alle 10:39
Mafie e successi infami
Scritto il 20/9/2010 alle 12:55
MAFIE , VOTI , LAVAGGI E MOVIMENTI
Scritto il 23/8/2010 alle 11:50
RISPOSTA COMMISSIONE EUROPEA
Scritto il 23/8/2010 alle 11:47
Lavoratori di tutta Italia: contro la mafia!
Scritto il 7/6/2010 alle 18:09
  Ultimi commenti
Alberto
1/9/2015 alle 17:10
franco
5/3/2015 alle 08:40
Johnny
24/7/2014 alle 12:27
Angelo Funiciello
29/4/2014 alle 16:35
angy
26/4/2014 alle 04:57
Pierfranco Mazzolari
27/1/2014 alle 13:43
giovanni pàncari
10/5/2012 alle 00:13
giovanni pàncari
9/5/2012 alle 22:59
giovanni pàncari
9/5/2012 alle 20:19
Angelo Funiciello
8/5/2012 alle 16:25
1  3  4  5  6  7  8  9  10  11 
Copyright FuniGiglio 2009 Cookie policy