FuniGiglio
per 'la missione della propria vita' che
Angelo Funiciello vuole ben compiere
con Amore verso Tutti per
liberare Ognuno dal Dominio Infame
contro le potenti mafie sommerse, in tutta Italia,
mafie che includono la "borghesia mafiosa"
denunciata dal Sen. Giuseppe Pisanu già nel 2009

FuniGiglio - Risveglio Etico Sociale


 

Il blog di FuniGiglio

Mafie e successi infami

L’esperienza del vissuto e del sofferto personalmente per oltre dieci intensi anni mi dà gli elementi di conoscenza e mi porta a sentire il dovere di esprimere i seguenti concetti e di precisare gli aspetti più importanti della nostra vera realtà, nel Nord Italia e nelle Istituzioni, che viene completamente distorta dai mass media, sia nell’informazione che nei dibattiti ed approfondimenti. Esortando chi ha ancora la sua dignità umana a meditare approfonditamente e ad agire senza indugio!
Le mafie, specialmente quelle sommerse cosiddette dei ‘Colletti bianchi’, sono molto ‘furbe’, organizzate e velocemente coordinate. Esse operano con strategie sottili ed efficaci, scaltre e coerenti con la loro mentalità di base, falsa e criminale, senza scrupoli a commettere crudeltà. Esse fruiscono di una fitta rete di intesa tra professionisti, dei vari settori, la ‘borghesia mafiosa’, ed in generale di una solida reputazione di invulnerabilità e di onnipotenza. Esse anche controllano largamente i mass media. Il tutto in perfetta coerenza con l’enorme corruzione e la generale evasione fiscale, ad esclusione dei dipendenti e dei pensionati; nonché con la non-giustizia.

Questa purtroppo è la pura e dura realtà, per cui si è arrivati a un tale sviluppo e radicamento di dette mafie, specialmente nel Nord Italia, da dover definire come un ‘sistema sociale mafioso’ il mondo in cui viviamo, operiamo e lavoriamo . L’assuefazione allo ‘spirito mafioso’, qui al Nord, è diventata cosa così usuale e normale da essere ormai un fatto di costume, di cui non ci si accorge nemmeno; con la convinzione che la mafia sia solo nel meridione. Almeno al Sud è manifesta e combattuta! Tanti Cittadini possono essere affratellati in questa lotta. Al Nord si è soli; essendo questo la riprova della veridicità di quanto è qui denunciato e delle sue gravità ed estese dimensioni.
Un cancro occulto, che si diffonde silenziosamente da tanto tempo, diventando metastasi, può essere molto più dannoso e letale di un cancro con sintomi evidenti e possibilità di cure sollecite.

Ma per i Cittadini Onesti che vogliano cominciare a difendersi ed a prendere consapevolezza della inaccettabile realtà in cui vivono, il ‘da farsi’ è più semplice di quanto sembri.
Infatti basta aguzzare un po’ l’ingegno, almeno non meno dei mafiosi, considerando con calma (che purtroppo siamo abituati a non più usare, andando sempre ‘di fretta’) i fatti che accadono nella realtà in cui viviamo, facendone un ‘esame critico’, così da capire le ragioni e le cause che li determinano e li influenzano; così da riuscire a definire il valore e la natura delle persone importanti della politica e delle istituzioni, da cui tutto dipende.
Tenendo presente che per qualificare con sicurezza una persona può bastare anche solo un indizio, che si può cercare e anche trovare, con buone probabilità se si persevera. Ecco un esempio indicativo particolarmente semplice: per distinguere le zebre dai cavalli basta guardare anche solo se hanno le strisce bianche e nere sul corpo. Se poi gli indizi sono più di uno o molti, la qualificazione della persona diventa addirittura automatica.
Purtroppo, sempre pressati dall’urgenza delle necessità contingenti immediate, questo ponderato esame critico finora non lo abbiamo fatto sufficientemente; per cui le suddette mafie non hanno avuto nessun ostacolo a diventare potentissime e condizionanti tutta la nostra vita, sia economica e finanziaria, sia imprenditoriale, sia politica, sia istituzionale.
Tutti sappiamo che in una democrazia è essenziale che i cittadini esercitino le loro facoltà in completa consapevolezza, senza superficialità e molto responsabilmente. Ora è veramente il caso!

La ‘furbizia’ delle suddette mafie si concretizza anche in diverse strategie criminali praticate nel tessuto sociale, nella politica e nelle istituzioni; strategie che portano a coprirle ed a rinvigorirle.
Il ricatto o la sua minaccia, magari creandone prima i presupposti, risulta essere una loro strategia molto praticata ed efficacissima. Infatti se a una persona o ad un’associazione si fa notare che esistono fatti a suo carico che potrebbero essere evidenziati a suo pesante danno, essa si guarda bene dal fare qualsiasi azione contro le mafie sommerse, notoriamente molto attive ed esperte in campo giudiziario e nei media.
Un’altra connotazione importante delle loro strategie è quella di fare alcune cose benefiche e molto apprezzabili, divulgandone la notizia, così da conquistarsi la fiducia e la stima della pubblica opinione. Distogliendo anche l’attenzione generale dai misfatti criminali mafiosi sommersi.
Oltre all’evidente beneficio diretto che ne deriva per le mafie, vengono così anche a crearsi delle false giustificazioni morali per chi ritiene di avere interesse o opportunità ad adeguarsi alle mafie stesse, in sostanza operando in collusione anziché in opposizione e denuncia.
Giustificazioni, false e solo apparenti, cui moralmente si riferisce chi vuole conseguire successo, sia nel campo imprenditoriale che nel campo politico.
Ovviamente tali ‘successi’ conseguiti conformandosi e sottomettendosi ai dettami delle mafie, in sostanza con la collusione con esse, sono successi infami, falsi successi con valenza criminale.

Un caso particolarmente importante, con effetto molto sviante sulla pubblica opinione, di detta strategia delle mafie sommerse, riguarda la lotta alle mafie. Vengono realmente raggiunti buoni risultati negli arresti dei boss mafiosi delle storiche e manifeste mafie meridionali, con notevoli sequestri di beni materiali, dandone gran risalto, ma nemmeno si considerano i 130 miliardi di Euro di riciclaggio mafioso, ogni anno, che sconvolgono il mondo imprenditoriale, annullando la libera concorrenza, in particolar modo al Centro-Nord Italia! Si tenga presente che detti 130 miliardi non sono il fatturato delle mafie, ma sono la stima prudenziale di quanto viene da esse messo in circolazione per riciclo, dichiarata dal Presidente della Commissione Antimafia Sen. Pisanu il 10 novembre 2009 su RAI 3.Vedasi video, inserito anche nel sito/blog www.funigiglio.net .
Così come non si considerano le mafie sommerse. Addirittura c’è stato uno, che va anche per la maggiore, che è arrivato a dire: “La mafia è più famosa che potente”. Il mio risentito commento in proposito è nel mio blog succitato.
Così pure non si considerano nemmeno le estorsioni di aziende compiute nel Nord Italia dalle mafie sommerse, che in genere non vengono neanche nominate. Non si confonda ‘il sommerso’ (che è il lavoro non dichiarato fiscalmente) con le mafie sommerse, che riciclano denaro illecito facendolo diventare pulito, cioè fiscalmente manifesto, che estorcono le aziende intere, che fanno concorrenza sleale, ecc. ecc.

Tutte queste mie affermazioni sono il prodotto del mio ‘esame critico’, cui sono stato portato e costretto dalle pesanti e ripetute aggressioni mafiose subite e dalla repulsione che provo, quale persona di normale dignità, ad essere ingannato e truffato. Passar per fesso non piace a nessuno!
Le conclusioni cui sono arrivato non sono solo l’effetto dell’aver ‘aguzzato l’ingegno’, ma anche di numerosi documenti o elementi poi inseriti nel sito/blog www.funigiglio.net ,frutto del vissuto nell’imprenditorìa per decine di anni oltre che nella vita sociale.

Sento il dovere per il bene di tutti, a ragion veduta, di attirare l’attenzione di tutti sui successi che vediamo realizzati in politica da alcuni partiti.
Poiché le dette mafie sommerse dei ‘Colletti bianchi’, con la ‘Borghesia mafiosa’, sono ormai da tempo generalizzate in tutta Italia, con la configurazione di un vero e proprio ‘sistema sociale mafioso’ , si è concretizzato che, nella cosiddetta seconda repubblica, se un partito avesse osato non conformarsi alle suddette mafie, al ‘sistema sociale mafioso’, o addirittura avesse osato opporvisi, non sarebbe riuscito certo ad affermarsi e tanto meno a radicarsi ed a svilupparsi vistosamente.
Ne deriva che i successi degli attuali partiti sono proporzionali alla loro collusione con il detto ‘sistema’, quando non addirittura alla loro mafiosità intrinseca. Il fatto è enormemente grave e ci porta ad allarmarci all’estremo, con la magra consolazione di definire chiaramente la loro caratteristica primaria di successi infami. Questo però può essere il nostro elemento di riferimento e di partenza per le nostre azioni di risanamento e di salvezza civile e politica. Non continuiamo a farci prendere per il naso! Ignorando l’abituale triviale espressione di qualcuno di grande successo.

Se vogliamo sostituire questo ‘sistema sociale mafioso’ con un ordinamento civile accettabile, dobbiamo rivolgere la nostra attenzione unicamente ai partiti che attualmente hanno poco successo, favorendo maggiormente il partito che realmente più si attiva contro le mafie sommerse, che sono il problema fondamentale che tutto condiziona e distrugge nell’Italia intera..

Queste constatazioni non sono disquisizioni o ragionamenti a margine della ‘questione morale’, ma sono importanti approfondimenti riguardo all’enorme ‘ problema mafie’ in campo politico, che è l’unico in cui noi cittadini possiamo e dobbiamo operare democraticamente, manifestandoci in cabina elettorale e nelle piazze.
A questo punto dobbiamo operare e muoverci vigorosamente e subito per RICONQUISTARCI LA NOSTRA CIVILTA’ !! Sostituiamo i SUCCESSI INFAMI con SUCCESSI PULITI !!

Ing. Angelo Funiciello lì 20 settembre 2010

 Scritto il 20/9/2010 alle 12:55 | commenta (4)
   COMMENTI

Cara Angela, il tuo messaggio mi ha molto confortato e te ne ringrazio. Con molto piacere possiamo metterci in contatto diretto e collaborare; anche se purtroppo io sono piuttosto demolito nelle energie fisiche. La mia e-mail è
a.funiciello@libero.it . A presto

 Scritto da Angelo Funiciello il 10/11/2010 alle 19:18

Caro Angelo, da quel poco che ho letto di Te, ho ricevuto una buona impressione.
Per quello che ho letto, ti reputo una persona con una buona cultura, che ama impegnarsi nel sociale.
Insieme a delle persone conosciute nel web anche io nel mio piccolo condivido i tuoi stessi interessi.
Come Te, anche noi siamo stati colpiti nei nostri beni e da anni lottiamo nei tribunali in modo inconcludente, per colpa del nostro sistema giudiziario e dei nostri avvocati, troppo facili a scegliere la via del proprio tornaconto a nostro discapito.
Una persona con la tua capità comunicativa, è preziosa nel nostro movimento spontaneo contro la malagiustizia.
Ti va di metterti in contatto con me e in seguito se vuoi anche con gli altri amici del movimento?
Aspetto con impazienza la Tua gradita risposta.
Cordialmente
Angela


 Scritto da Angela Trupia il 10/11/2010 alle 16:58

Grazie Angela. La magistratura io la ho sempre considerata nel termine vago delle 'Istituzioni', sono d'accordo con Lei.
Comunque, proprio perchè ci sono poche speranze dobbiamo batterci al massimo contro questo sistema mafioso che ha distrutto la nostra civiltà e le possibilità di vita. Diffondiamo il più possibile il messaggio di FuniGiglio!

 Scritto da Angelo Funiciello il 10/11/2010 alle 15:46

La requisitoria è chiara, e non lascia molte speranze per un futuro prossimo privo di mafia.

Caro Angelo, è rimasta fuori una categoria molto "corposa" impelagata in questa triste storia italiana, la "magistratura".

Purtroppo non abbiamo nessuna possibilità con questo tipo di mafia, i commercialisti/banchieri, notai, segnalano il "pollo".
Gli avvocati, CTU e giudici tengono la preda intrappolata in tribunale fino al suo completo cedimento.

 Scritto da Angela Trupia il 9/11/2010 alle 20:18
   SCRIVI UN COMMENTO!
  
  Nome
  E-mail
 Avvisami via mail se vengono aggiunti altri commenti.
  Commento
  Verifica 801351 »»

Inserisci in questo campo il codice numerico 801351 per certificare che sei un utente umano e non un sistema automatico.
(Codice generato il 15/12/2017 alle 13.02.51)




N.B.: Non inserire codice HTML all'interno del commento.
Il tuo IP 54.145.51.250 viene registrato insieme al messaggio e puo' essere fornito su richiesta dell'autorita' giudiziaria al fine di individuare gli autori di messaggi offensivi, diffamatori o illegali in genere. In casi normali l'IP non viene reso pubblico. Lo spamming e' fortemente vietato (oltre che inutile in quanto la pagina contiene il tag NOFOLLOW per evitare lo spamming sui motori di ricerca).

  Ultimi post
Petizione contro il riciclaggio mafioso
Scritto il 8/10/2014 alle 14:56
La ‘peste’ per il LAVORO , ignorata da tutti !
Scritto il 27/1/2014 alle 13:17
UNICA POSSIBILITÀ: la VERA GIUSTIZIA
Scritto il 21/1/2013 alle 12:48
"MAFIA DI APPARTENENZA" A BERGAMO.
Scritto il 18/10/2012 alle 12:31
DETERMINANTI CONFERME DEL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA
Scritto il 30/5/2012 alle 15:52
Solo schegge, ecco la riprova
Scritto il 4/5/2012 alle 17:29
SAVIANO: FINALMENTE SI PARLA DI MAFIA DEL NORD
Scritto il 29/2/2012 alle 13:08
TRUFFA CONTINUATA E TRADIMENTO DA PARTE DELLO STATO
Scritto il 20/1/2012 alle 17:38
Saviano: "Contro le mafie il metodo Falcone"
Scritto il 1/12/2011 alle 16:04
DIVERSI TIPI DI CRESCITA ECONOMICA
Scritto il 7/10/2011 alle 15:44
PER LA CRESCITA
Scritto il 22/9/2011 alle 11:51
ITALIA, CORRUZIONE IN CRESCITA NELLA PA
Scritto il 21/9/2011 alle 11:36
STRAORDINARIA NOTTE
Scritto il 18/5/2011 alle 11:45
PROBLEMI IMPELLENTI ESIGONO RIMEDI IMMEDIATI !
Scritto il 19/4/2011 alle 09:47
PRECARIETA’ DEL LAVORO E DELLE AZIENDE
Scritto il 11/4/2011 alle 14:34
Disputa Vendola - Formigoni
Scritto il 29/3/2011 alle 12:17
LE MAFIE STANNO SALVANDO L’ITALIA !!!
Scritto il 23/2/2011 alle 13:11
VALIDI INDIZI E SOSPETTI
Scritto il 14/2/2011 alle 14:26
I TERMINI DEL PROBLEMA FONDAMENTALE
Scritto il 13/1/2011 alle 17:46
CONTRADDITTORIO MINISTRO MARONI
Scritto il 3/12/2010 alle 10:31
IL MERITO A ROBERTO SAVIANO
Scritto il 22/11/2010 alle 09:51
IL SILENZIO PARLA
Scritto il 16/11/2010 alle 17:39
PARALISI CON SUPERATTIVITA’
Scritto il 12/11/2010 alle 12:57
LETTERA APERTA alla PRESIDENTE EMMA MARCEGAGLIA
Scritto il 4/11/2010 alle 14:37
SVILUPPO DI COMMENTO SU BLOG DI SONIA ALFANO
Scritto il 2/11/2010 alle 16:51
PAROLE SANTE ! GIGANTESCO PROBLEMA !!
Scritto il 11/10/2010 alle 15:09
Commento a "Caro Granata, ora i fatti"
Scritto il 27/9/2010 alle 10:39
Mafie e successi infami
Scritto il 20/9/2010 alle 12:55
MAFIE , VOTI , LAVAGGI E MOVIMENTI
Scritto il 23/8/2010 alle 11:50
RISPOSTA COMMISSIONE EUROPEA
Scritto il 23/8/2010 alle 11:47
Lavoratori di tutta Italia: contro la mafia!
Scritto il 7/6/2010 alle 18:09
  Ultimi commenti
Alberto
1/9/2015 alle 17:10
franco
5/3/2015 alle 08:40
Johnny
24/7/2014 alle 12:27
Angelo Funiciello
29/4/2014 alle 16:35
angy
26/4/2014 alle 04:57
Pierfranco Mazzolari
27/1/2014 alle 13:43
giovanni pàncari
10/5/2012 alle 00:13
giovanni pàncari
9/5/2012 alle 22:59
giovanni pàncari
9/5/2012 alle 20:19
Angelo Funiciello
8/5/2012 alle 16:25